Biblioteca storica e letteraria di Sicilia, Volúmenes5-6

Portada
L.P. Lauriel, 1870
 

Comentarios de la gente - Escribir un comentario

No encontramos ningún comentario en los lugares habituales.

Páginas seleccionadas

Otras ediciones - Ver todas

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 74 - A 7 d'agosto 1649 sedusse alcuni forzati di galera netti soi errori; onde fu portato di nuovo al tribunale, dove detestò li soi errori e spropositi; ed uscì la terza volta allo spettacolo nell'anno 1650, condannato e recluso murato in perpetuo in una stanza... Ora, a meno che il dottor Auria non scriva senza...
Página iii - Diari della città di Palermo dal secolo XVI al XIX pubblicati sui manoscritti della Biblioteca Comunale, preceduti da prefazioni e corredati di note per cura di Gioacchino di Marzo, vol.
Página 331 - Voi. 5°. Prefazione — Diario delle cose occorse nella città di Palermo, e nel regno di Sicilia dal dì 8 gennaio del 1653 sino al 1674 composto dal dottor D. Vincenzo Auria palermitano dai mss. della biblioteca comunale a
Página 74 - Volentieri ci daremmo al diavolo con una polisa, se in cambio potessimo avere quel libro che fra Diego scrisse di sua mano con molti spropositi ereticali, ma senza discorso e pieno di mille ignoranze...
Página xix - Auria, Diario delle cose occorse nella città di Palermo e nel regno di Sicilia dal dì 8 gennaio del 1653 sino al 1674, in Diari della città di Palermo, cit., voi.
Página 190 - ... ignibus generandis nutriendisque soli ipsius naturalis materia. Quippe intrinsecus stratum sulphure et bitumine traditur, quae res facit, ut, spiritu cum igne interiore luctante, frequenter et conpluribus locis nunc flammas, nunc vaporem, nunc fumum eructet.
Página 333 - Biblioteca storica e letteraria di Sicilia, ossia raccolta di opere inedite o rare di scrittori siciliani dal secolo XVI al XIX, per cura di GIOACCHINO Di MARZO (Pai., 1869-75, voli. I-XIV, in 8.°). 94 (75) Un indice di tutti i volumi de...
Página 233 - Vincenzo Auria ad una dichiarazione del re di Francia sopra un suo nuovo ed indegno tentativo nella Sicilia nel tempo della ribellione di Messina — Disinganno veridico del signor D. Bernardino Masbel contro la dichiarazione della Maestà Cristianissima trasmessa a...
Página 48 - Mercordì 4 [aprile 1657}. Si sepellì nella chiesa di Santa Maria degli Angeli de' padri Zoccolanti, detta la Cangia, l'illustrissimo signor D. Giovanni Lopez Cisneros, inquisitore in questo regno di Sicilia, il quale avendo andato nelle carceri scerete dentro il palazzo proprio degli stessi inquisitori a far la visita d'alcuni carcerati, gli venne incontro un religioso chiamato fra Diego La Matina, della terra di Ragalmuto, dell'ordine della Riforma di s. Agostino, detti li padri della Madonna...
Página 49 - Il che accrebbe all' inquisitore una lode così eccelsa, che universalmente si stimava aver morto da vero martire, con animo allegro e festante, ricevendo dalle sue mani quella morte, che infallibilmente crediamo avergli partorita nel cielo una vita immortale, salito ivi con la bella laureula del martirio, imporporata col suo proprio sangue... Questa nota è tratta dal diario del...

Información bibliográfica